Insieme per una sanità più veloce

Anche a Modena, dal 4 aprile, chi non si presenterà a un appuntamento senza aver disdetto la prenotazione pagherà il ticket. Obiettivo è migliorare ulteriormente i tempi d’attesa (a Modena oggi oltre il 96% delle prime visite e degli esami strumentali viene garantito rispettivamente entro 30 e 60 giorni), disincentivando la mancata disdetta. Proprio per informare i cittadini sulle novità previste dal programma di riduzione dei tempi d’attesa e sui risultati raggiunti, dal 14 marzo parte una campagna di comunicazione che mira a:

– rafforzare l’idea dell’impegno comune per la riduzione dei tempi di attesa,
– far conoscere le scelte strategiche messe in campo dal Servizio Sanitario Regionale,
– responsabilizzare i cittadini a comunicare in tempi utili la disdetta di un appuntamento.

Pubblicato in Iniziative

Telemedicina

Download (DOC)

Pubblicato in Iniziative

Polo sanitario di Modena

 

COMUNICATO STAMPA

Oggetto: apertura Nuova sede farmacia comunale Gramsci e ambulatori di medicina di gruppo

Le Farmacie comunali di Modena aprono un polo per la salute nel quartiere Sacca.
Già da lunedì 02/03/2015 è operativo il nuovo polo per la salute di viale Gramsci n° 27 – 39 , composto da un pluriambulatorio gestito da tre medici di base e dalla farmacia comunale rinnovata del quartiere. Si tratta di un format innovativo, che punta a migliorare la qualità delle risposte ai bisogni sanitari dei cittadini. Questi infatti, nei locali del nuovo complesso, nelle cui vicinanze c’è un comodo ed ampio parcheggio, potranno trovare una risposta integrata, grazie alla presenza della farmacia, e l’ampio orario dei tre ambulatori che garantiscono infatti, a turno, un’assistenza a tutti i pazienti dei medici coinvolti nel progetto, con apertura degli ambulatori per 10 ore al giorno, da lunedì a venerdì.
Si realizza un progetto fortemente voluto da Farmacie Comunali di Modena SpA e dall’ Amministrazione Comunale, che hanno scelto di investire in un quartiere tra i più popolosi e multietnici di Modena con l’intento di contribuire alla sua riqualificazione e di ampliare il presidio territoriale in un settore così importante come quello della salute.

Modena, 05/03/2015

Pubblicato in Blog della salute

Allattamento materno

Download (PDF)

Download (PDF)

Pubblicato in Iniziative

LINEE GUIDA CONTRO LE TRUFFE AGLI ANZIANI

Il decalogo
1. Non aprire la porta di casa a sconosciuti anche se vestono un’uniforme o dichiarano di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità;
2. Verificare sempre con una telefonata da quale servizio sono stati mandati gli operai che bussano alla porta e per quali motivi. Se non si ricevono rassicurazioni, non aprire per nessun motivo;
3. Ricordare che nessun Ente manda personale a casa per il pagamento delle bollette, per rimborsi o per sostituire banconote false ricevute erroneamente;
4. Non fermarsi mai per strada per dare ascolto a chi offre facili guadagni o a chi chiede di poter controllare i soldi o il libretto della pensione, anche se si tratta di una persona distinta e dai modi affabili;
5. Quando si eseguono operazioni di prelievo o versamento in banca o in un ufficio postale, il consiglio è di accompagnare la persona anziana, soprattutto nei giorni in cui vengono pagate le pensioni o in quelli di scadenze generalizzate;
6. Se si ha il dubbio di essere osservati, è bene fermarsi all’interno della banca o dell’ufficio postale e parlarne con gli impiegati o con chi effettua il servizio di vigilanza. Se questo dubbio assale per strada, è meglio entrare in un negozio o cercare un poliziotto o una compagnia sicura;
7. Durante il tragitto di andata e ritorno dalla banca o dall’ufficio postale, con i soldi in tasca, non fermarsi con sconosciuti e non farsi distrarre;
8. Ricordare che nessun cassiere di banca o di ufficio postale insegue per strada per rilevare un errore nel conteggio del denaro consegnato;
9. Quando si utilizza il bancomat, usare prudenza: evitare di operare se ci si sente osservati;
10. Per qualunque problema e per chiarirsi qualsiasi dubbio, non esitare a chiamare il 113.

I consigli per i figli, nipoti e parenti stretti
1. Non lasciare soli gli anziani, anche se abitano per conto loro è necessario farsi sentire spesso e interessarsi ai loro problemi quotidiani;
2. Ricordare sempre alle persone anziane di adottare tutte le cautele necessarie nei contatti con gli sconosciuti. Se hanno il minimo dubbio, è bene fargli capire che è importante chiedere aiuto, anche a un vicino di casa, oppure contattare il 113;
3. Ricordare che, anche se le persone anziane non lo chiedono spesso, hanno bisogno di qualcuno vicino.
I consigli per i vicini di casa:
1. Se nel palazzo abitano anziani soli, scambiare ogni tanto con loro quattro chiacchiere. La cordialità li farà sentire meno soli;
2. Se alla porta di una persona anziana bussano degli sconosciuti, esortarli a contattare un vicino di casa per chiarire ogni dubbio;
3. Segnalare al 113 ogni circostanza anomala o sospetta che coinvolga l’anziano vicino di casa.

Fonte: Polizia di stato-RAI

Pubblicato in Blog della salute

L’ARMADIETTO DEI FARMACI

In ogni casa non può mancare un armadietto con i farmaci e gli articoli sanitari e per medicazioni di pronto soccorso. Va tenuto in un luogo fresco e asciutto, lontano dalla luce diretta. I farmaci vanno sempre conservati nella propria scatola con il foglietto illustrativo per poter controllare posologia ed effetti collaterali. L’armadietto deve essere inaccessibile ai bambini e chiuso a chiave. Il contenuto va verificato periodicamente per controllarne la scadenza dei prodotti . Per molti farmaci la scadenza vale solo se la confezione e’ ancora integra, per esempio i colliri una volta aperti scadono dopo 10/15 giorni.

L’armadietto deve contenere:

  1.  Medicazione per un primo intervento:
  • sacchetti di ghiaccio pronto uso, temometro, acqua ossigenata, disinfettante, cotone, cerotti, garze, pinzette e forbici.

2. Farmaci di comune utilizzo :

  • antidolorifico per adulti e per bambini
  • antifebbrile per adulti e per bambini
  • gocce per il male di orecchi
  • antiacido
  • pomata a base di cortisone per le punture d’insetti e piccole irritazioni cutanee
  • pomata per le ustioni
  • pomata per le contusioni
  • collirio disinfettante preferibilmente in confezione monodose

3.farmaci specifici per il proprio stato di salute, il cui utilizzo è in corso o per i quali è già programmato un successivo utilizzo e i farmaci per le terapie abituali;

Quali farmaci non deve contenere:

  • farmaci scaduti e/o deteriorati
  • medicinali sprovvisti dell’involucro con la data di scadenza e del foglietto illustrativo: chiedete informazioni al vostro farmacista
  • medicinali che sono stati preparati in casa al
  • momento dell’uso, aggiungendo acqua o mescolando polveri con diluenti: devono essere consumati entro il termine indicato e l’eventuale residuo va gettato
  • medicinali preparati dal farmacista su prescrizione del medico (spesso non contengono conservanti): finito il periodo di cura è consigliabile buttare ciò che resta
  • colliri in confezione multidose e le pomate oftalmiche: una volta aperti vanno utilizzati entro un mese, o comunque per il periodo eventualmente specificato sul foglietto illustrativo e a guarigione avvenuta vanno eliminati
  • medicinali di cui non si conoscono perfettamente le indicazioni: chiedete informazioni al medico e/o al farmacista
  • le medicine del ” nonno ” deceduto…

Come conservare i farmaci nell’armadietto:

Controllare la data di scadenza almeno ogni 6 mesi e gettare leconfezioni scadute negli appositi contenitori situati nelle farmacie: ricordare che anche le siringhe sterili, i disinfettanti, le garze sterili … scadono!
Non lasciare capsule, compresse, flaconi, tubi od altro sfusi e anonimi, per evitare pericoli e scambi di medicinali

Pubblicato in Blog della salute Taggato con: , , ,

Difendersi dal caldo: ecco come

Quando il caldo e l’afa diventano insopportabili, per difendere la nostra salute non esistono formule magiche, basta il buon senso. Tutti sappiamo le cose che si devono fare, ma a volte ce ne dimentichiamo o le trascuriamo perché pensiamo siano poco importanti. Vale la pena, allora, riproporre alcuni consigli, validi soprattutto per le persone anziane che sono più esposte ai pericoli del caldo eccessivo per la minore efficienza dei meccanismi che regolano la temperatura corporea. Si tratta per lo più di piccoli accorgimenti che riguardano l’alimentazione, l’abbigliamento, la casa, insomma le cose di tutti i giorni. Metterli in pratica non costa nulla e ne possono derivare grandi benefici.

Alimentazione
In estate servono meno calorie: perciò pasti più leggeri, niente fritti, poca carne e molta frutta e verdura che apportano all’organismo acqua e sali minerali; usare poco sale è una regola sempre valida. Qualche volta, un buon gelato può sostituire il pranzo o la cena; per rinfrescarsi o negli spuntini fuori pasto, è meglio dare la preferenza ai gelati alla frutta.
Per reintegrare i liquidi persi col sudore, è importante bere molta acqua, almeno due litri al giorno, anche se non si ha sete. Evitare le bevande gasate in grandi quantità (“gonfiano” e fanno venire acidità di stomaco) e zuccherate (contengono molte calorie). L’acqua o le bevande in genere non devono essere troppo fredde: contrastano troppo con la temperatura del corpo e possono causare gravi congestioni. Gli alcolici dilatano i vasi sanguigni e aumentano la sudorazione; il caffè aumenta i battiti cardiaci e fa fare più pipì; alcolici e caffè fanno perdere più liquidi, perciò anch’essi vanno evitati.
Se non si introducono abbastanza liquidi, c’è il rischio di disidratarsi. A volte ci si può sentire confusi, molto stanchi, si può perdere il senso del tempo e dell’orientamento, avere una marcata sonnolenza, nausea e vomito, la pelle e la lingua particolarmente secche. Attenzione perché tutti questi disturbi possono essere i primi sintomi di disidratazione e di colpo di calore.
Non assumere integratori salini senza consultare il proprio medico o farmacista: meglio le spremute, i succhi di frutta e i frullati che possono reintegrare i sali minerali persi con la sudorazione e apportano altri nutrienti importanti per l’organismo.

Abbigliamento
Gli indumenti devono essere leggeri, di colore chiaro, non aderenti, preferibilmente di cotone o lino. Le fibre sintetiche impediscono la traspirazione e possono provocare fastidiosi pruriti e arrossamenti, perciò meglio evitarle.

Casa
Un ambiente rinfrescato dal condizionatore è certamente più confortevole, ma la differenza di temperatura fra esterno e interno non deve superare i 5-6 gradi; inoltre, quando si passa da un ambiente molto caldo ad uno con aria condizionata ci si deve coprire. Anche un semplice ventilatore o le pale da soffitto, se accompagnati da un buon deumidificatore, possono risultare un ottimo rimedio. Il ventilatore non va, però, diretto verso il corpo, soprattutto mentre si dorme: si rischia di svegliarsi pieni di acciacchi. E’ consigliabile rinfrescarsi frequentemente con docce e bagni, badando bene che l’acqua non sia mai troppo fredda e non subito dopo aver mangiato. Anche le spugnature vanno bene, soprattutto se si è anziani e, per problemi di artrosi, può essere difficile entrare e uscire dalla vasca da bagno.

Nei giorni più torridi è consigliabile uscire di casa solo al mattino presto e dopo il tramonto, arieggiare la casa nelle prime ore del giorno e poi chiudere i vetri e le imposte. Quando si esce di casa, poi, è bene ripararsi la testa con un cappello e indossare occhiali da sole.
Farmaci
Il caldo non è un buon motivo per non assumere i farmaci prescritti dal medico (es. per la pressione alta) o per prenderli in misura ridotta o a giorni alterni, quando ci fa più comodo.

Pubblicato in Blog della salute Taggato con: , , , ,

Giornata Nazionale Donazione e Trapianto di Organi e Tessuti

locandina-donazione-organi-2014

Scarica la brochure informativa

Pubblicato in Iniziative

Contro la zanzara tigre

Download (PDF)

Pubblicato in Blog della salute

La Voce dello Spi, anziani e farmaci, giov 21.11.2013

Partecipazione alla trasmissione TRC “Detto fra noi” del 21.11.2013

 

Pubblicato in Iniziative

Educazione alla salute

Mission: Migliorare i comportamenti in relazione alla prevenzione delle patologie
Azione:

  • Predisposizione e distribuzione di materiale informativo – Titoli: La febbre – le micosi – problemi del bebe – raffreddore – l’osteoporosi – le allergie alimentari – le allergie primaverili – il sole – MTS – i viaggi, ecc.
  • Organizzazione di incontri con la popolazione ( 3 Incontri)

Destinatari: La popolazione interessata

Pubblicato in Iniziative

Family Card

Mission: Sconti alle famiglie in possesso della “family card”sui prodotti parafarmaceutici e da banco venduti in farmacia
Azione: Sconti del 10 % alle famiglie in possesso della “family card”sui prodotti parafarmaceutici e da banco venduti in farmacia
Destinatari: Famiglie che rientrano nella categoria “family card” secondo i parametri stabiliti dal Comune:

  • le famiglie con tre o più figli minori conviventi, ;
  • le famiglie con almeno un figlio minore convivente, in cui almeno un componente sia in situazione di difficoltà lavorativa (disoccupazione, cassa integrazione, mobilità) da una data successiva al 1 gennaio 2008.

Le famiglie devono essere residenti nel comune di Modena e avere un reddito complessivo annuo inferiore a 80.000 €.
Quelle con un ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente del nucleo famigliare) inferiore a 15.000 € possono usufruire degli sconti presso la grande distribuzione.

Pubblicato in Iniziative

Farmacia senza Frontiere

FARMACIA SENZA FRONTIERE
COMUNALE “ DEL POZZO” – VIA EMILIA EST,416
MODENA

Pharmacy with no Borders
Pharmacie sans Frontieres
صيدليات بلا حدود
药店 没有 边界
Аптека без границ
Apotheke ohne Sprachprobleme
Farmacia fara Frontiere
Farmacia pa Kufinj
Farmacia sem Fronteiras
A chi è rivolto il servizio: utenti stranieri
Lingue parlate: inglese, francese, cinese, spagnolo, portoghese, arabo , albanese, russo, rumeno, tedesco.
Cos’è: è un servizio di traduzione simultanea nella lingua selezionata dall’utente
Come funziona: farmacista e cliente comunicano con due cornette diverse, assistiti da un traduttore collegato telefonicamente

A COSA E’ UTILE IL TELEFONO MULTILINGUE?

Il telefono multilingue vi aiuta nel rapporto con il farmacista per:

  • spiegare bene il vostro problema sanitario e quello di cui avete bisogno urgentemente
  • capire bene come e quando si assumono i farmaci e come conservarli
  • capire bene se è il caso di rapportarsi col medico
  • capire bene la cura che vi è stata prescritta

IL SERVIZIO E’ GRATUITO

Pubblicato in Iniziative

Formazione lavoro per neo laureati

L’Azienda Farmacie Comunali spa di Modena, nell’ambito del progetto “Tirocini Formativi”, si rende disponibile ad effettuare stages formativi presso le proprie farmacie. L’offerta è rivolta esclusivamente ai laureati in CTF o in Farmacia. Gli stages hanno durata di mesi 6 e l’impegno settimanale richiesto è di 38 ore. Questa esperienza è finalizzata principalmente all’acquisizione di competenze di base sul campo. Gli stagisti, seguiti da un tutor, affronteranno tutte le problematiche tipiche della professione in un contesto dinamico e complesso come quello di un’azienda che si compone di 12 farmacie. Il compenso, concordato con l’Ordine dei Farmacisti e l’Università di Modena, per coloro che effettueranno lo stage, è stabilito nella misura di € 500 al mese.
Azione: Selezione di 10/anno neo laureati e loro istruzione nelle diverse sedi farmaceutiche.
Destinatari: Neo laureati in Farmacia e Chimica e Tecnologia Farmaceutica
Mission: Favorire l’inserimento lavorativo dei neo laureati

Pubblicato in Iniziative

“La via Lattea” – negozio amico dell’allattamento al seno

Con l’intento di dare un segnale di sensibilizzazione nei confronti della tutela della salute della donna e dell’infanzia, l’Assessorato alle Politiche per la Salute ci ha chiesto di farci promotori dell’allattamento al seno mettendo a disposizione un angolo appartato della farmacia ( per es. l’angolo misura pressione) con una sedia per le mamme e di esporre la apposita vetrofania che vi mando in allegato.
Premesso che:

  • Il latte materno è l’alimento più idoneo a nutrire completamente il neonato, contenendo le sostanze necessarie per la sua crescita nei primi 6 mesi di vita;
  • L’allattamento al seno è un investimento in salute, armonia e benessere a disposizione di tutte le mamme che lo scelgono e dei loro bambini e per questo merita di essere promosso;
  • Nel 2002 l’OMS e l’ UNICEF hanno lanciato la “Strategia Globale per l’Alimentazione dei neonati e dei bambini”, facendo appello a tutti i Governi ed alle altre istituzioni e persone coinvolte: “ perché si assicurino che tutti gli operatori sanitari e le altre figure rilevanti proteggano, promuovano e sostengano l’allattamento esclusivo per i primi 6 mesi ed un allattamento che continua fino ai 2 anni ed oltre, e nel contempo assicurino alle mamme il supporto di cui hanno bisogno, in famiglia, nella comunità e sul luogo di lavoro, per ottenere questo risultato ”;
  • gli esercizi commerciali possono costruire una rete di solidarietà e sostegno alla donna che allatta, mentre si trova in giro per la città con il proprio bambino, offrendo un’atmosfera amichevole ed ospitale ed un luogo confortevole (come una sedia a disposizione), che possa essere il simbolo dell’accoglienza della comunità e della città.

le Farmacie Comunali di Modena, aderiscono all’iniziativa, in considerazione delle motivazioni sovraesposte e consapevoli del fatto che il ruolo di Negozio Amico dell’Allattamento al Seno rappresenta un impegno sociale e culturale significativo della comunità modenese, e si impegnano a mettere a disposizione uno spazio per offrire, compatibilmente con le proprie possibilità logistiche, un’accoglienza alle mamme che allattano al seno, senza alcun vincolo, per esse, di natura commerciale.
La partecipazione all’ iniziativa “La Via Lattea” viene evidenziata con l’esposizione di apposita vetrofania a ciò dedicata.

Pubblicato in Iniziative

Lotta all’HIV

Mission: Educazione e sostegno ai giovani per rapporti sessuali protetti

Azione: Vendita profilattici a prezzo ribassato del 30%
Distribuzione gratuita, durante la prima settimana di dicembre, di profilattici monoconfezione
Distribuzione opuscoli informativo in omaggio.

Destinatari: Popolazione interessata

Pubblicato in Iniziative

Stanza delle coccole

La “stanza delle coccole” è uno spazio situato all’interno della Stazione Ferroviaria di Modena, riservato alle famiglie con bambini fino ai 6 anni, attrezzato con giochi, libri, fasciatoio, scaldabiberon, salviette per l’igiene e pannolini piccoli, nel quale i genitori , durante l’attesa possono sedersi, cambiare o allattare un neonato lasciando per un momento la mano dei propri bambini senza paura che, nell’ordine: finiscano sotto un treno, si perdano tra la folla, si prendano qualche malattia toccando oggetti vari e così via con una lista di preoccupazioni che potrebbero andare avanti all’infinito.
Le stanze delle coccole è utilizzabile dalle 7.30 alle 19.30, e per accedervi i genitori devono chiedere una chiave agli sportelli della biglietteria.
Le Farmacie Comunali di Modena partecipano al progetto assicurando la fornitura periodica di materiale igienico per la cura dei bambini in età d’allattamento.

Pubblicato in Iniziative

Il servizio notturno nelle farmacie

L’Assistenza Farmaceutica garantisce sempre la distribuzione di farmaci nelle ore notturne tramite le Farmacie di turno per affrontare in modo tempestivo e adeguato tutti i problemi connessi con il bene “salute”per 365 giorni l’anno.
Oggi ogni cittadino deve vedere garantito un giusto diritto: quello di ricevere un’assistenza di qualità. Per questo, nella farmacia, il farmacista risponde alle richieste verbali, procedendo ad una rapida intervista (1-2 minuti) del cittadino, per stimare la criticità dell’evento e per raccogliere tutti i dati utili alla consegna del farmaco più adatto o per inviarlo alla Guardia Medica o, se del caso, al Pronto soccorso.
Il servizio notturno è un servizio disagiato e con personale ridotto: per tale servizio, le farmacie di Modena non percepiscono alcun Diritto Addizionale (€ 3,87 per ogni dispensazione di medicinali) così come previsto dalla legge, e come avviene in altre realtà.
Si invita pertanto la clientela a fare richieste che siano finalizzate all’acquisto di prodotti urgenti strettamente inerenti alla salute.
Le Farmacie Comunali si ispirano ai seguenti principi generali:

  • La dignità della persona
  • Il bisogno di salute
  • L’equità nell’accesso all’assistenza
  • La qualità delle cure e della loro appropriatezza
  • L’economicità nell’impiego delle risorse

La farmacia comunale che effettua il servizio notturno fisso è la seguente:
FARMACIA COMUNALE DEL POZZO
Via Emilia Est, 416
tel.059/360091
(ANGOLO VIA DEL POZZO, A 300 METRI DAL POLICLINICO)
Il servizio notturno entra in funzione dalle ore 20.00 della sera e fino alle ore 8.00 del giorno successivo per 365 giorni l’anno.
A questa farmacia potranno rivolgersi in orario notturno tutti coloro che sono muniti di ricetta medica urgente o costretti da reali motivi di urgenza.
Modalità per la distribuzione dei farmaci A PAGAMENTO durante la notte:

  • dal Pronto Soccorso: ricetta bianca con prescrizione che dà diritto al ritiro di farmaci non rimborsabili;
  • ricetta con consiglio terapeutico da trascrivere a cura del medico di base; la consegna notturna non dà diritto al rimborso nelle giornate successive;
  • richiesta verbale di farmaci OTC o SOP con consegna a discrezione del farmacista.

Modalità per la distribuzione dei farmaci GRATUITI:

  • solo farmaci di fascia A prescritti con ricetta rossa del Servizio Sanitario Nazionale

Modalità per la distribuzione A PAGAMENTO di parafarmaci e prodotti sanitari:

  • Solo prodotti con carattere di urgenza

FARMACI A DOMICILIO

Chi è nell’impossibilità nelle ore notturne di recarsi personalmente a ritirare farmaci urgenti con ricette mediche, può ricorrere all’Istituto Modenese di Vigilanza (Tel. 059/244320), che, in collaborazione con le Farmacie Comunali, garantisce un servizio notturno di consegna dei farmaci a domicilio ai cittadini inabili, soli o comunque non in grado di procurarseli autonomamente. È attivato direttamente dal medico curante o di guardia il quale, dopo aver prescritto i medicinali, telefona alla centrale operativa dell’Istituto Modenese di Vigilanza che provvede al ritiro della ricetta e poi alla consegna dei medicinali, inviando i propri agenti al domicilio del paziente.
Il servizio è completamente gratuito per l’utente essendo a carico della farmacia notturna.

EMERGENZE

I servizi dell’Azienda USL di Modena incaricati di ricevere e seguire le urgenze e le emergenze sanitarie sono i seguenti:

  • nei casi gravi, come un incidente o un malore improvviso, si deve attivare il Servizio di Urgenza ed Emergenza Medica telefonando al numero 118, attivo 24 ore su 24 in tutta la provincia, che garantisce l’intervento dei mezzi di soccorso entro 10 minuti nell’area urbana ed entro 20 minuti nell’area extraurbana. La telefonata è gratuita e nei telefoni pubblici non è necessario inserire la moneta.
  • per situazioni meno gravi si può richiedere l’assistenza a domicilio durante le ore notturne alla Guardia Medica telefonando al seguente N° 059/375050; il servizio di Guardia Medica notturna è attivo nei seguenti orari: dalle ore 20.00 alle ore 8.00 di tutti i giorni feriali e dalle ore 10.00 del giorno prefestivo alle ore 8.00 del giorno post-festivo. NON riceve in ambulatorio, ma effettua visite a domicilio in casi di urgenza: spetta al medico valutare, in base al colloquio telefonico, se e quando effettuare la visita domiciliare.
Pubblicato in Iniziative

Carta Fedeltà

E’ NATA LA CARTA FEDELTA’ 10€ DI SCONTO OGNI 100 € DI SPESA PER PRODOTTI PARAFARMACEUTICI IN TUTTE LE FARMACIE COMUNALI DI MODENA

Regolamento

La Carta permette la raccolta automatica e il cumulo degli importi spesi presso le 12 Farmacie comunali per l’acquisto di prodotti cosmetici e per l’igiene personale. Per ottenere i vantaggi della carta fedeltà non è necessario effettuare i propri acquisti sempre nella stessa farmacia, ma ci si potrà rivolgere ad una qualsiasi delle 12 farmacie comunali. A raggiungimento di € 100,00 di spesa dei prodotti cosmetici e dei prodotti di igiene verrà immediatamente praticato uno sconto di € 10,00 sull’acquisto di un ulteriore prodotto cosmetico e per l’igiene personale. FCM si riserva la possibilità di estendere i benefici offerti ai clienti possessori della carta fedeltà all’acquisto di altre tipologie di prodotti in vendita presso le farmacie della società.
Gli sconti relativi alla carta fedeltà non sono cumulabili con altri sconti praticati dai prodotti cosmetici o per l’igiene personale nello stesso periodo. Il godimento dello sconto di € 10,00 può essere differito, a richiesta dell’interessato, anche in un momento successivo a quello del raggiungimento del tetto di spesa di € 100,00. Il raggiungimento di tetti di spesa multipli di € 100,00 da diritto ad un ugual numero di multipli di € 10,00 di sconto. Lo sconto accumulato verrà mantenuto in memoria per 12 mesi dall’ultimo acquisto effettuato ed entro tale termine contribuirà al cumulo per l’erogazione dello sconto. Dopo tale periodo sarà cancellato dal sistema informatico e non sarà più utilizzabile. Ogni acquisto di prodotti cosmetici o per l’igiene personale potrà essere cumulato indipendentemente dal suo valore. Unico vincolo richiesto che l’ultimo acquisto utile per il raggiungimento di € 100,00 sia di importo almeno pari a € 10,00, per consentire comunque l’emissione dello scontrino fiscale. In caso di smarrimento della carta il possessore potrà richiederne un’altra presso qualsiasi farmacia aziendale per iniziare un nuovo accumulo della spesa. In nessun caso (essendo la carta anonima) potranno essere recuperati gli importi di spesa precedentemente accumulati.

Pubblicato in Iniziative

Manuale Antirapina delle Farmacie

Introduzione

Le rapine negli esercizi commerciali ed in particolare nelle farmacie sono in continuo aumento e rendono necessaria la messa a punto di una serie di misure di prevenzione situazionale, come ad esempio l’installazione di sistemi di difesa passivi e alcune strategie comportamentali atte a limitare tali eventi ed ad attenuarne i loro effetti, specialmente sulla integrità fisica del personale.
Alcune misure da istallare e pubblicizzare con l’apposizione di avvisi che ne segnalino la presenza nella farmacia non possono certo impedire che avvengano furti o rapine, ma possono agire come deterrenti per il malvivente consigliandoli di dirigere le proprie attenzioni su altri bersagli meno difesi. E’ ormai noto che il tempo è il peggior nemico del malvivente che effettua una rapina.
Qualsiasi intervento che possa allungare il tempo necessario per portare a termine la rapina agisce da efficace deterrente, come pure l’adozione di strumenti che evidenziano, mostrandoli al malintenzionato, in fase di sopralluogo, l’esistenza ed il valore di misure prevenzionali esistenti.
Le statistiche più recenti sugli accadimenti avvenuti mostrano che la durata media di una rapina si aggira sul minuto. Per questa ragione qualsiasi dispositivo che rallenti l’accesso al contante rappresenta un efficace strumento di dissuasione e contribuisce in maniera determinante a limitare il bottino. La conoscenza di poter contare su un bottino assai limitato rende meno attraente per il malvivente l’azione di rapina e lo convince a cercare altri esercizi meno protetti.
Autocontrollo, comportamenti prudenti, attenti e diligenti, uso degli strumenti installati quali efficaci mezzi di prevenzione e tutela rappresentano la ricetta più efficace per proteggere la propria salute, quella degli operatori e dei cittadini nonchè dei beni presenti nella farmacia durante l’evento.

Le caratteristiche delle rapine

La maggior parte delle rapine effettuate nelle farmacie presenta alcune caratteristiche ricorrenti:

  • avvengono in prevalenza all’approssimarsi dell’orario di chiusura, più spesso nella mattinata;
  • i mesi in cui si è verificato un maggior numero di eventi sono maggio e novembre;
  • nel periodo primaverile i malviventi utilizzano per non farsi riconoscere prevalentemente parrucche e occhiali da sole;
  • nel periodo invernale utilizzano passamontagna, cappelli calati sugli occhi e sciarpe;
  • le sedi più esposte sono generalmente quelle in cui le vie di fuga possono essere individuate da parte dei malviventi come rapide e sicure in quanto in prossimità di incroci e di superstrade;
  • la durata media degli eventi si aggira sul minuto;
  • l’arma maggiormente utilizzata è il taglierino.

Cosa fare per prevenire le rapine

  • Installare e mantenere un impianto di videosorveglianza e/o un sistema di allarme collegato con un istituto di vigilanza o con le Forze dell’Ordine
  • Applicare messaggi in “vetrofania” indicanti la presenza di telecamere e sistema antirapina a tempo sul registratore di cassa e in vetrina;
  • Tenere libera la visuale dall’esterno della farmacia al suo interno così da poter controllare meglio ciò che avviene all’interno e all’esterno, rimuovere quindi espositori, pubblicità ed ostacoli visivi tra le vetrate del negozio;
  • Incentivare la possibilità di pagamento con bancomat e carte di credito

Cosa verificare

Occorre verificare frequentemente:

  • il buon funzionamento delle apparecchiature di sicurezza presenti nella farmacia;
  • la chiusura della cassaforte;
  • gli apparati di controllo agli accessi;
  • i sistemi di videoregistrazione;
  • l’identità del personale esterno che accede ai locali riservati al personale;

Cosa evitare

  • l’ingresso in farmacia di singoli lavoratori alla sua apertura, è preferibile, se possibile, essere almeno in due;
  • la disattivazione dei dispositivi di controllo quando sono presenti soggetti non dipendenti;
  • porre particolare attenzione a persone con atteggiamenti e comportamenti anomali e a quanti accedono un attimo prima dell’orario di chiusura;
  • di lasciare aperte porte o finestre.

Cosa segnalare

Movimenti e comportamenti sospetti nelle zone limitrofe:

  • frequenti passaggi e soste di veicoli con persone a bordo;
  • persone intente a fotografare la farmacia e i suoi dintorni;
  • persone che transitano spesso senza ragione.

Movimenti e comportamenti sospetti all’interno della farmacia:

  • richieste di informazioni generiche e banali;
  • richieste di cambio di banconote;
  • accessi ripetuti senza acquisti;
  • entrate ed uscite improvvise e immotivate.

Cosa fare durante le rapine

Nella malaugurata ipotesi che venga effettuata una rapina, è essenziale ricordarsi che i malviventi vivono una fortissima tensione e che occorre fare ogni sforzo per evitare reazioni violente rivolte al personale o ai clienti presenti all’interno della farmacia.
Pertanto occorre:

  • mantenere la massima calma;
  • eseguire ciò che viene richiesto dai rapinatori, senza fare nulla in più di quanto necessario, se occorressero movimenti aggiuntivi a quanto ordinato, occorre farli solo dopo averli preannunciati ai malviventi;
  • tranquillizzare, nel limite del possibile, gli eventuali clienti presenti
  • non compiere gesti o azioni che potrebbero provocare reazioni da parte dei malviventi;

Occorre altresì registrare nella memoria, in maniera più accurata possibile, le caratteristiche somatiche dei malviventi,ponendo particolare attenzione ad eventuali segni particolari, il loro modo di vestire, gli eventuali cadenze dialettali o linguali, e ogni altra caratteristica che possa portare alla loro identificazione.

Cosa fare dopo le rapine

Immediatamente dopo la rapina comportarsi come segue:

  • segnalare alle forze dell’ordine, (carabinieri 112 o polizia 113)l’avvenuta rapina fornendo ogni indicazione utile alla possibile intercettazione dei malviventi (direzione fuga, mezzo utilizzato, numero e caratteristiche dei rapinatori, bottino, ecc.)
  • isolare zone e cose toccate dai rapinatori;
  • chiudere la farmacia impedendo l’ingresso a qualunque persona diversa dalle forze dell’ordine, porre in esposizione all’ingresso il cartello che avvisa il pubblico della temporanea chiusura dell’esercizio;
  • evitare di rilasciare dichiarazioni ed interviste.
  • informare al più presto la direzione delle FCM SpA ;
Pubblicato in Iniziative

Social Card

Con Decreto del 27 febbraio 2009 (G.U. 9 marzo 2009, n. 56) il Ministero dell’ Economia e delle Finanze ha esteso la possibilità di utilizzo della Carta Acquisti (“social card“) , prevista dal D.L. n. 112 del 25.06.2008.
Le associazioni di categoria delle farmacie pubbliche e private, firmatarie di una specifica convenzione con i competenti ministeri, raccolgono le adesioni, su base volontaria, delle singole farmacie.
Le farmacie aderenti alla convenzione hanno l’obbligo di praticare uno sconto del 5% sugli acquisti effettuati in farmacia dai cittadini con la carta acquisti. Tale sconto non si applica all’acquisto di medicinali e al pagamento di ticket sanitari, ma si aggiunge ad eventuali altre iniziative promozionali o sconti applicati in favore di tutti i clienti di farmacia. Il beneficio al cittadino può essere riconosciuto tramite uno sconto immediato sugli acquisti effettuati con la carta acquisti ovvero trasformato in un “buono” utilizzabile successivamente.
La farmacia si impegna inoltre ad effettuare la misurazione gratuita del peso corporeo e della pressione del sangue ai titolari della carta acquisti che effettuano un acquisto in farmacia utilizzando la carta stessa.
Le farmacie aderenti all’iniziativa hanno l’obbligo di esporre il logo dell’iniziativa e possono utilizzare lo stesso per svolgere attività di promozione tramite propri mezzi di informazione, comunicazione e pubblicità sia all’interno del punto vendita che all’esterno, nonché campagne di comunicazione esterna effettuata tramite organi di informazione propri o a mezzo stampa.
La carta acquisti viene utilizzata sul circuito Mastercard ed è caricata ogni 2 mesi con l’importo complessivo di 80 €.

Pubblicato in Iniziative

Detraibilità degli scontrini nelle farmacie

Per poter essere portati in detrazione – devono contenere i seguenti dati:

  • codice fiscale del contribuente
  • natura e quantità dei farmaci
  • codice alfanumerico AIC

se manca anche uno di questi dati, lo scontrino NON E’ DETRAIBILE ed il Contribuente non può presentare una autocertificazione che sostituisca una mancanza formale.

Si ritiene comunque che sia possibile accettare in detrazione scontrini che contengono le seguenti terminologie:
Ticket – Ricetta – Farmaco – Farmaco Etico – medicinale (Sop + Otc) – Dispositivo
Considerato che le risoluzioni dell’Agenzia delle Entrate di giugno e ottobre 2008 hanno affermato la non detraibilità di parafarmaci ed integratori alimentari anche se richiesti da un medico, rimangono comunque detraibili alcuni tra i seguenti prodotti: prodotti omeopatici, preparati officinali, preparati magistrali, ausili per incontinenti, bende, garze, apparecchi per aerosol, per glicemia, per misurare la pressione sanguigna.

In tali casi lo scontrino deve comunque riportare il codice fiscale del contribuente e, in aggiunta nel caso di prodottti omeopatici, preparati officinali e preparati magistrali anche la natura del prodotto (farmaco) e la qualità del farmaco (nome del medicinale) e nel caso di ausili e attrezzature sanitarie deve essere riportata chiaramente la tipologia del bene (aerosol, pannolini, aghi, siringhe…), se l’acquisto di ausili o attrezzature sanitarie viene certificato con uno scontrino riportante la dizione generica ( Re. Sub. Varie ecc..) tale spesa non è detraibile.

Pubblicato in Iniziative

Ricettario per celiaci

“La malattia celiaca è un’intolleranza permanente al glutine, sostanza proteica presente nel frumento, nel farro, nel kamut, nell’orzo, nella segale, nella spelta e nel triticale. Ha un’incidenza relativamente alta: recenti indagini italiane ed europee stimano la presenza di un celiaco ogni 100 – 150 persone, per un totale di circa 400.000-550.000 celiaci nel nostro Paese.

Pubblicato in Iniziative

Farmacia Pozzo H24

Dal 2 gennaio 2012: farmacia comunale del Pozzo aperta 24 ore su 24, tutti i giorni anche in quelli festivi

Una farmacia aperta 24 ore su 24, tutti i giorni anche in quelli festivi : aumenta così il servizio offerto dalle Farmacie Comunali sul territorio cittadino, andando nella direzione della farmacia dei servizi, e assecondando le nuove esigenze di una città che cambia. Dal 2 gennaio 2012, parte infatti il servizio continuo giorno e notte presso la Farmacia del Pozzo in via Emilia Est,416. La farmacia di Via del Pozzo garantirà così, per tutti i giorni dell’anno compreso i festivi, senza interruzione il servizio diurno-serale-notturno. Una scelta, quella delle Farmacie Comunali di Modena, che conferma una precisa volontà aziendale votata a fornire un servizio il più possibile vicino ai bisogni dei cittadini. FCM ha inteso in questo modo adeguare ulteriormente il servizio farmaceutico alle esigenze della popolazione modenese. Il servizio farmaceutico è un servizio obbligatorio per legge e deve essere sempre garantito. L’Azienda Farmacie Comunali di Modena, che gestisce le12 farmacie del Comune su un totale di 45 farmacie presenti sul territorio, ha finora garantito il servizio notturno nella Farmacia del Pozzo offrendo un punto di riferimento ai cittadini, non vincolato a turno di chiusura in caso di necessità. Con l’ apertura h24 la Farmacia del Pozzo amplia il servizio farmaceutico diurno, serale, notturno e festivo in un unico punto. Una offerta di servizio necessaria vista l’evoluzione della città, l’incremento e l’eterogeneità della popolazione, e le difficoltà di localizzare immediatamente da parte dei città la farmacia di turno per poter soddisfare eventuali emergenze.

Pubblicato in Iniziative

Cara mamma – lista nascita

CARA MAMMA,
ecco tutto ciò che serve per te e il tuo bambino prima della nascita . Ti raccomandiamo di preparare tutto l’occorrente fin dal 7° mese di gravidanza.

    Per te mamma:

  • Crema antiragadi seno
  • Coppette assorbi latte usa e getta o lavabili
  • Salviette per la detersione del seno
  • Assorbenti post- parto
  • Slip post parto in rete
  • Detergente intimo
  • Cuscino allattamento
  • Integratore o tisana per l’allattamento
  • Crema rassodante
    Per il tuo bambino:

  • Pannolini 2- 5 kg
  • Crema cambio pannolini
  • Aspiratore nasale
  • Salviette umidificate
  • Teli monouso per fasciatoio
  • Liquido detergente per la detersione del sederino
  • Succhietto con catenella
  • Biberon
  • Olio idratante per eliminare la crosta lattea
  • Kit di medicazione per il cordone ombelicale
  • 2 confezioni di garze sterili per pulire occhi e naso
  • Soluzione fisiologica in fialette
  • Shampo per neonato
  • Forbicine, spazzola e pettine
  • Termometro per la febbre
  • Termometro per il bagnetto
  • Detergente per il suo primo bagnetto
  • Spugna naturale per il bagnetto
  • Amido di riso per i mesi estivi
  • Olio da bagno o per un massaggio coccola
  • Crema per il viso
  • Crema per il corpo
  • Umidificatore per l’ambiente
Pubblicato in Iniziative

Holter Pressorio

Negli ultimi trent’anni, il monitoraggio della pressione arteriosa ha assunto notevole importanza diagnostica e prognostica nell’ambito del controllo della malattie cardiovascolari.
Vari studi clinici hanno dimostrato la correlazione tra valori pressori elevati e malattie cardiovascolari o ictus. Gli apparecchi Holter sono in grado di rilevare con molta accuratezza le variazioni della PA( Pressione Arteriosa) circadiane e notturne, determinando un profilo pressorio che rispecchia maggiormente quello reale.

Che cos’è ?

Il monitoraggio pressorio delle 24 ore (Holter Pressorio) è un test non invasivo che consente di registrare la pressione arteriosa continuativamente per 24 ore, mediante un piccolo apparecchio (grande più o meno come un “Walkman”) fissato in vita con una cintura.

A cosa serve?

Serve a misurare correttamente la pressione arteriosa. Il monitoraggio pressorio è molto utile in diverse situazioni:

  • nei pazienti che hanno una ipertensione arteriosa instabile (in cui cioè i valori della pressione arteriosa variano molto da un momento all’altro);
  • nei pazienti facilmente emozionabili, che di fronte al “camice bianco” del medico hanno sbalzi pressori, ma che a casa hanno una pressione normale;
  • nei pazienti ipertesi in terapia farmacologica, per controllare che il farmaco agisca in ogni momento della giornata, e non solo per alcune ore (la pressione alta infatti, danneggia le arterie anche se rimane alta solo per alcune ore della giornata);
  • nei pazienti che, pur avendo la pressione arteriosa normale, durante il giorno accusano sintomi che possono far pensare ad improvvisi aumenti o diminuzioni della pressione (vertigini, sbandamenti, vampate, sudore freddo, senso di svenimento, “testa vuota”, sanguinamento dal naso ecc.;
  • nei pazienti ipertesi che prendono medicine per abbassare la pressione ed accusano saltuariamente dei disturbi, per capire se i disturbi sono legati ad un eccessiva diminuzione della pressione (ed in questo caso bisogna ridurre il dosaggio della terapia) oppure ad altre cause.

Come si effettua l’esame?

Per una installazione ottimale dell’apparecchio, è opportuno vestirsi con indumenti non aderenti, che permettano di nascondere il piccolo apparecchio ed il bracciale. Il giorno dell’inizio dell’esame, il farmacista sistema apparecchio e bracciale sul paziente, inserisce gli opportuni parametri nell’apparecchio e lo avvia. Il paziente indosserà l’apparecchio per 24 ore. Durante il periodo di esame, la pressione verrà misurata automaticamente ogni 15 minuti durante il giorno e ogni 30 minuti durante la notte. Trascorse le 24 ore, il paziente tornerà dal farmacista il quale smonterà l’apparecchio ed esaminerà i dati memorizzati che invierà al centro specialistico dove verranno analizzati dal cardiologo . Il referto verra’ poi spedito alla farmacia che di norma, quindi , consegna la risposta al cliente alcuni giorni dopo.

Come si prenota l’esame?

Recandosi direttamente in farmacia, oppure telefonicamente, chiamando le farmacie rispettivamente ai seguenti numeri:
Comunale Pozzo al N. 059/360091
Comunale I Portali al N. 059/371181

Costi

Il costo di tale noleggio varia in base alla richiesta o meno di refertazione:

  • 20 € tracciato senza referto
  • 39 € tracciato con referto
Pubblicato in Iniziative

La Febbre

La febbre è il sintomo più comune di una infezione ma non esiste una relazione diretta tra valori della temperatura e gravità della malattia. Essendo una forma di difesa non sempre va combattuta. Quando è opportuno abbassarla? Con quali farmaci? Questa e molte altre domande possono trovare risposta in questo opuscolo.

Pubblicato in Blog della salute

Il raffreddore

Responsabile di questo disturbo, tipicamente stagionale, è una infezione di origine virale che interessa il naso e la gola. Non comporta rischi, ma spesso provoca un disagio fisico elevato rispetto alla sua banalità. Poiché esistono numerosi tipi di virus del raffreddore, nel corso dello stesso inverno possono esservi ricadute frequenti dovute a virus diversi. Come si prende? Si può evitare? Come si combatte? Le risposte in questo opuscolo.

Pubblicato in Blog della salute

Primavera

La primavera, gioia di molti, per alcuni è l’inizio di un tormento. Con l’arrivo della bella stagione aumentano i pollini nell’aria e per chi soffre di allergia sono guai. L’allergia di per sé non è una cosa grave, ma provoca sintomi fastidiosi che pesano negativamente sulla vita di tutti i giorni. In alcuni casi, le persone allergiche manifestano asma bronchiale, che determina difficoltà di respiro anche notevoli ed è pertanto una condizione da non sottovalutare. Quali sono le cause delle allergie primaverili? Come controllare i sintomi? Le risposte a queste ed altre domande sulle allergie primaverili si possono trovare nell’opuscolo “Sani & in Forma” del mese di Marzo 2007.

Pubblicato in Blog della salute

Micosi

Finita l’estate, può capitare che i bei ricordi delle vacanze siano accompagnati da fastidiose infezioni della pelle dovute a funghi microscopici. Il clima caldo dell’estate e l’umidità dovuta al sudore favoriscono, infatti, lo sviluppo di questi microrganismi che spesso poi non ci abbandonano tanto facilmente. In estate si moltiplicano, inoltre, le occasioni di contagio in luoghi a rischio (spiagge, piscine, ecc.). Una volta che l’infezione si è sviluppata, è necessario ricorrere a medicinali da applicare localmente per alcune settimane o, nei casi più difficili, anche per mesi. Alcune micosi sono contagiose; poche piccole, costanti precauzioni igieniche evitano che l’infezione si diffonda in famiglia e al di fuori. Quali sono le micosi della pelle più frequenti? Come si trattano? Cosa fare per prevenirle? L’opuscolo informativo “Sani & in Forma” di agosto 2008 si propone di rispondere a queste e ad altre domande.

Pubblicato in Blog della salute

Problemi del Bebè

La nascita di un figlio è sempre un evento ricco di emozioni. Ma ci sono così tanti cambiamenti e così tante cose a cui stare attenti! Per i neo-genitori, soprattutto se alla prima esperienza, il compito può sembrare a volte molto arduo. Per non parlare poi di quando il piccino piange disperatamente: i bambini molto piccoli non sono in grado di spiegarsi ed è difficile capire se c’è semplicemente qualcosa che li infastidisce o se, invece, non stanno bene. Anche in questo caso, per fortuna, i problemi da affrontare sono in genere di lieve entità e raramente è necessario ricorrere ai farmaci.Quali sono i piccoli problemi con cui i neo-genitori devono più di frequente confrontarsi? Cosa fare per risolverli? Quando rivolgersi al pediatra? L’opuscolo informativo “Sani & in Forma” di ottobre 2008 si prefigge di fornire alcuni utili suggerimenti per “sopravvivere” alle piccole difficoltà che accompagnano l’arrivo di un bebè.

Pubblicato in Blog della salute

La Pressione Alta: un nemico silenzioso

La “pressione alta” (ipertensione) è un problema molto diffuso. Poiché non dà sintomi, molte persone possono essere ipertese e non saperlo, ma se la pressione rimane costantemente elevata, a lungo andare può danneggiare cuore, reni, cervello e vasi sanguigni, aumentando così il rischio di infarto e di ictus, le principali cause di morte nei paesi occidentali e questo rischio è ancora maggiore se sono presenti altri fattori (es. se si fuma o sono presenti diabete, colesterolo alto e peso in eccesso). La prevenzione si basa innanzitutto su uno stile di vita corretto e, ove questo non è sufficiente, il medico può decidere di prescrivere farmaci che aiutano a mantenere la pressione sotto controllo. Come si fa a sapere se si è ipertesi? Cosa si può fare per tenere la pressione sotto controllo? Quando occorre ricorrere ai farmaci? Sono le domande a cui l’opuscolo informativo “Sani & in Forma” di maggio 2009 si propone di rispondere.

Pubblicato in Blog della salute

Influenza A

Come per l’influenza classica, la maggior parte dei pazienti con infezione non complicata può essere trattata con farmaci sintomatici (es. paracetamolo) e non necessita di farmaci antivirali specifici né di ricovero ospedaliero. I farmaci antivirali sono indicati, a giudizio medico, soltanto per le persone ad elevato rischio di sviluppare complicanze.

Pubblicato in Blog della salute

Le vene varicose

Gambe pesanti e doloranti, caviglie gonfie sono sintomi ben noti che si accentuano con l’arrivo del caldo. Quasi una donna su due deve fare i conti con questi problemi che dipendono da una cattiva efficienza del circolo venoso; i sintomi iniziali, col passare del tempo, possono aggravarsi e rendersi visibili in superficie con la formazione di vene molto dilatate, le varici. Dal punto di vista estetico le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti, ma sono gli effetti sulla salute quelli di cui ci si dovrebbe preoccupare maggiormente. Perchè compaiono le varici? Come si manifestano? Quali fattori ne favoriscono la comparsa?

Pubblicato in Blog della salute

Spina Bifida

La spina bifida è una malformazione congenita della colonna vertebrale e del midollo spinale che colpisce il feto nei primi mesi di gravidanza e rende il nascituro disabile per tutta la vita. Le cause della patologia non sono ancora certe, ma una cosa è sicura: la corretta assunzione di Acido Folico (una vitamina del gruppo B) da parte della futura mamma previene il 75 – 90 % dei casi con Spina Bifida.

Pubblicato in Blog della salute

Il diabete

Il diabete mellito è una malattia del metabolismo cioè del processo che l’organismo utilizza per ricavare dagli alimenti l’energia e le sostanze di cui ha bisogno – caratterizzato da un aumento della concentrazione nel sangue di uno zucchero, il glucosio.

Pubblicato in Blog della salute

Le Malattie Sessualmente Trasmissibilli (MST)

Molti sanno che esistono Malattie Sessualmente Trasmissibili. Tuttavia pochi le conoscono davvero.

Sappiamo, per esempio, che c’è la Sifilide. Ma quanti di voi sanno come si cura, quali sono i sintomi, come viene diagnosticata, cosa succede se viene trascurata e come si trasmette?

Per dare a tutti la possibilità di documentarsi in merito, abbiamo predisposto un’opuscolo sulle Malattie Sessualmente Trasmissibili più note che potete leggerle direttamente qui sul nostro sito o, se preferite, è possibile scaricarlo sul vostro computer, per leggerlo in un secondo momento.

Pubblicato in Blog della salute

Zanzara tigre – come difendersi

Aedes albopictus, meglio conosciuta come “zanzara tigre”, ha ormai colonizzato stabilmente buona parte del territorio urbano, divenendo un problema sempre più sentito dalla popolazione durante i mesi estivi.

L’azione di lotta fondamentale contro Aedes albopictus è rivolta a controllarne e ridurne i focolai riproduttivi (i focolai d’infestazione, costituiti da raccolte d’acqua stagnante in manufatti di varia natura, presenti in abbondanza nell’ambiente urbano), allo scopo abbassare la densità numerica della zanzara entro livelli di tollerabilità. S’interviene così direttamente sulle cause (cioè la disponibilità di raccolte d’acqua) che consentono all’insetto di colonizzare un territorio e di accrescersi numericamente.
Le raccolte idriche ineliminabili, come quelle presenti nei tombini, vanno trattate con specifici prodotti insetticidi, che agiscono uccidendo le larve dell’insetto (trattamenti larvicidi). Intervenire contro la zanzara quando essa si trova allo stadio di larva, significa prevenire la diffusione nel territorio degli adulti alati, i quali, disperdendosi in una moltitudine di micro – ambienti sono difficili da individuare e colpire.

Gli interventi di lotta larvicida andranno svolti attraverso trattamenti larvicidi periodici della rete di tombini e caditoie stradali durante la stagione riproduttiva della zanzara, che va normalmente da maggio/giugno a metà ottobre.

Pubblicato in Blog della salute

Prenotazioni CUP

In farmacia possono essere prenotate tutte le prestazioni di specialistica ambulatoriale (visite specialistiche, prestazioni di diagnostica strumentale, radiologia e laboratorio), le prestazioni di medicina sportiva, di medicina legale e le vaccinazioni facoltative per gli adulti. Sono escluse dalla prenotazione in farmacia i prelievi domiciliari, le prestazioni di pre e post ricovero e le prescrizioni urgenti. La prenotazione presso le farmacie è possibile solo per gli assistiti nella provincia di Modena.

Mission: Fornire al cittadino la possibilità di prenotare le prestazioni prescritte dal proprio medico, e ottenere nel giorno prenotato la visita e/o l’esame diagnostico, nell’ambulatorio indicato.

Azioni: Effettuazione della prenotazione richiesta dall’utente negli orari di apertura delle farmacie.

Destinatari: Tutti i cittadini che richiedono prestazioni sanitarie.

Pubblicato in Iniziative

Il mal di testa

Il mal di testa (in medicina cefalea) è un disturbo doloroso molto comune. Colpisce maggiormente le donne dopo la pubertà. In genere si manifesta con attacchi acuti e sporadici.

Esistono diversi tipi di mal di testa, suddivisi in due categorie: le forme primarie, che sono malattie a sé stanti tra le quali le più comuni sono l’emicrania, la cefalea tensiva e la cefalea a grappolo, e quelle secondarie che sono la conseguenza di altre disturbi, come per esempio sinusite o ipertensione.

Pubblicato in Blog della salute

Testamento biologico – registro

Dal 14 giugno 2010 è possibile l’iscrizione al registro comunale delle dichiarazioni anticipate di volontà relative ai trattamenti sanitari.

La dichiarazione anticipata di trattamento, definita anche testamento biologico, è l’espressione della volontà di una persona resa in condizioni di capacità mentale, a proposito delle terapie che intende o non intende accettare nel caso in cui dovesse trovarsi in condizioni tali da non poter esprimere il proprio consenso o dissenso in merito alle stesse.
Questa dichiarazione può essere depositata presso il Comune di Modena che con la deliberazione consigliare n.22 del 8 marzo 2010 ha istituito un servizio per la registrazione e la conservazione di dette dichiarazioni, che è attivo dal 14 giugno 2010, previo appuntamento.
Per procedere all’iscrizione è necessario che il dichiarante si rechi all’Ufficio di stato Civile munito della dichiarazione di volontà e nomini delle persone di fiducia con il compito di far valere la dichiarazione. Costoro sono gli unici ai quali l’ufficio comunale consegnerà la busta contenente la dichiarazione di volontà.
Il dichiarante può indicare alcune categorie di soggetti alle quali l’ufficio comunale può comunicare la sua iscrizione e può rilasciare apposita attestazione.
Il dichiarante può sempre richiedere la cancellazione dal registro, ritirando la dichiarazione come anche i fiduciari possono rinunciare all’incarico con dichiarazione controfirmata dal dichiarante.
Tutti gli iscritti nel registro delle dichiarazioni verranno informati a cadenza biennale del permanere della loro iscrizione nel registro. La revoca deve essere espressa.

Pubblicato in Blog della salute